Crédit Agricole acquista tre banche in Italia

Crédit Agricole sta crescendo in Italia, dove già genera il 18% della sua attività. La controllata italiana Cariparma ha annunciato venerdì l’acquisto del 95% del capitale di tre piccole banche di risparmio Emilia-Romagna e Toscana per un valore di 130 milioni di euro.

Crédit Agricole, che ha negoziato queste acquisizioni a fine aprile, ha anche ottenuto dal Fondo italiano di garanzia dei depositi interbancari che il bilancio delle tre banche italiane è svalutato dai crediti dubbi. In questo contesto, i portafogli di crediti per 3 miliardi di euro saranno cartolarizzati o venduti ad investitori privati, ha dichiarato la banca francese in una dichiarazione.

Si prevede inoltre che il Fondo italiano di garanzia dei depositi interbancari innanzitutto ricostituirà i tre Caisses d’Epargne per migliorare la propria liquidità finanziaria, anche se l’importo non è stato specificato. Il fondo interbancario italiano potrebbe iniettare 470 milioni di euro sottoscrivendo aumenti di capitale.

La transazione sarà completata entro la fine dell’anno. Come annunciato in precedenza, avrà un impatto di circa 10 punti base sul rapporto finanziario comune del gruppo Crédit Agricole e sulla sua controllata Crédit Agricole SA.

L’Italia rappresenta attualmente il 18% del reddito netto di Crédit Agricole SA, che afferma la sua settima rete di retail banking con una presenza concentrata nelle regioni prosperose del nord.

SEGUI IL CLUB SU